domenica 24 luglio 2016

Completamento organici Esordienti e Pulcini Stagione 2016-2017


La Società Oriens,
 al fine di completare gli organici  delle Categorie:

 Esordienti 2004 
 Esordienti 2005 
 Pulcini 2007
Pulcini 2008 

 è disponibile a valutare i Bambini che desiderassero entrare a far parte delle squadre sopra descritte.

Per  informazioni  potete contattarmi presso il seguente numero telefonico :320-3220042.

Grazie

Giuseppe "Cespe" Doneda

FORZA ORIENS !!!

lunedì 18 luglio 2016

Preiscrizioni


Si ricorda che è ancora possibile consegnare le preiscrizioni per la stagione calcistica 2016/2017 martedì 19  e venerdì 22 luglio presso il Bar Oriens dalle ore 20.30 alle ore 22.00.

Presentazione della prima squadra


Si è tenuta presso la magnifica "Villa Canton" di Trescore la presentazione della prima squadra dell'Unione Sportiva ORIENS BREMBATE.
La prima squadra militerà per il secondo anno consecutivo in Prima Categoria. Lo scorso anno, appresa la notizia del ripescaggio a poco più di un mese dall'inizio del campionato, la squadra ha lottato fino alla fine, con una rosa inizialmente considerata impreparata per la categoria, riuscendo ad ottenere la salvezza "diretta" e chiudendo a metà classifica (35 punti). La serata ha previsto un generoso buffet ed a seguire gli interventi delle autorità edi parte dello staff: tutti con un soggetto in comune: Obiettivo salvezza. Un ringraziamento particolare, da tutti compiuto, è quello a Pavan Luciano, principale sponsor della società ed organizzatore della serata. Ad aprire le danze della presentazione è l'addetto stampa, neo-entrato nel Consiglio Direttivo, Paganelli Franco, che inizia col presentare i nuovi membri consiglio che vanno ad aggiungersi a numerose conferme. Tra le new-entry troviamo: Salvatore Briguglio, Franco Paganelli, Claudio Panseri, Stefano Giandico e Stefano Arnoldi; particolare attenzione viene posta a Chiara Tasca, che da segretaria viene promossa a Vice-Presidente. Vengono espone le statistiche della precedente stagione: 32 giocatori entrati in campo, 35 gol fatti, 52 gol subiti e il simpatico premio per il maggior numero di ammonizioni. La rosa per la stagione 2016/2017 rimarrà invariata per circa il 75%. In conclusione un ringraziamento particolare al capitano Mazzoleni che ha deciso di appendere le scarpette al chiodo.
La parola passa al Presidente Giorgio Romagnani che si ritiene soddisfatto per la precedente stagione e che ringrazia tutto lo staff, i giocatori e la dirigenza. Per il presidente la squadra dire la sua, anche se si è in attesa di sapere il girone, e che l'importante sarà confermare il risultato dello scorso anno.
Romagnani in precedenza, prima dell'intervento "ufficiale", ha anche dimostrato di voler il meglio per i propri tesserati con allenatori preparati sin dalla scuola calcio, da dove potrebbero uscire i "campioni del futuro". La società conta 297 tesserati, ma entro l'inizio dei campionati questo numero è destinato a superare quota 300.
Altro ringraziamento alla società è quello del neo-inserito nel consiglio, ma già da 3 anni collaboratore a stretto contatto con la società, Salvatore Briguglio. La serata entra nel vivo con la presentazione dei 9 nuovi giocatori inseriti nella rosa: Roncalli Mauro ('82 difensore; da Verdellinese), Mazzoleni Luca ('82 centrocampista; da Chignolo), Filisetti Roberto ('95 centrocampista; da Caprino), Lo Giudice Davide ('97 centrocampista; da Città di Dalmine), Testa Nicolò ('98 centrocampista; da Mapello-Bonate), Caiazza Vincenzo ('86 attaccante; da Inzago), Sala Michael ('93 attaccante; da Verdellinese), Cecere Mattia ('94 attaccante; da Capriate), Nappo Giovanni ('94 attaccante; da Almè). Caiazza, in realtà, non è nuovo in società. Per lui infatti questo è il ritorno in Oriens dopo 2 anni in altre società alla ricerca di stimoli. In rosa anche due giocatori provenienti dalla squadra Juniores: LucenteMauro ('98 difensore) e Dimasi Alessandro ('98 centrocampista). L'intervento più corposo è quello del Mister Roberto Rota, confermato per il 6° anno alla guida della prima squadra.Dopo i ringraziamenti alla società ed ai collaboratori, il mister procede con gli aspetti tecnici. L'obiettivo principale, viene ribadito più volte, è la salvezza diretta senza passare dai play-out. Rota cerca di motivare i suoi giocatori, chiedendo il massimo impegno ad ognuno di loro. La scelta dei nuovi acquisti, presa insieme alla dirigenza, è frutto di un progetto a lungo termini, e che richiederà 2 anni. La squadra per la prossima stagione sarà composta da giocatori esperti a cui si affiancheranno forze nuove. I neo-arrivati sono stati scelti per la loro giovane età e che, viste le poche presenze durante la scorsa stagione, verranno affiancati da chi potrà dare loro esperienza per il campionato di Prima Categoria, a detta del mister un campionato difficile da affrontare. La rosa, visti i precedenti, verrà tenuta limitata a 23/24 giocatori per evitare panchine troppo lunghe. Ultimo intervento è quello dell'assessore  allo sport di Brembate, che annuncia per oggi, lunedì 18 Luglio, l'inizio dei lavori per il rifacimento del manto e la posa di erba sintetica al centro sportivo del paese. Questo favorirà le circa 16 squadre dell'Oriens inscritte ai vari campionati In conclusione di serata abbiamo intervistato il D.S. Stefano Albani per chiedergli quale siano, dal suo punto di vista, gli obiettivi e i traguardi che la squadra potrà raggiungere, visto l'obiettivo salvezza del mister Rota, e il leggero sbilanciamento del presidente Romagnani sulla salvezza è qualcosa in più: «Inizialmente vorrei fare un preambolo per ringraziare chi ci ha permesso di costruire la squadra di quest'anno che è Pavan.Abbiamo costruito la squadra tenendo lo zoccolo duro dello scorso anno che si era comportato molto bene, nonostante il ripescaggio dalla seconda alla prima categoria, ed abbiamo cercato di reintegrarlo soprattutto nei ruoli dove peccavamo e nei giovani. Crediamo di aver allestito una rosa che possa darci molte soddisfazioni. L'obiettivo è sicuramente arrivare alla salvezza senza passare dai play-out e senza negare che crediamo che questa rosa ci possa dare soddisfazioni maggiori rispetto alla salvezza, che rimane l'obiettivo primario».  Abbiamo continuato chiedendo al D.S. quali saranno i prossimi impegni: «Sul campo il primo impegno sarà il 28 Agosto con la Coppa Lombardia che cercheremo di onorarla al massimo e successivamente il campionato».

Fonte: Bergamo & Sport

martedì 12 luglio 2016

Calcio giovanile: Atalanta e dintorni



L’importanza del calcio giovanile, l’attenzione ai dettagli, la cura dei ragazzi e della loro crescita, dentro e fuori dal campo. E’ il metodo Atalanta, ottava società al mondo, prima in Italia, per produzione giovanile con corsia preferenziale verso la prima squadra. Circa sessanta osservatori sparsi per il territorio lombardo concentrati prevalentemente sui giovani Under14 e più di cinquanta tesserati attivi sul campo. A render chiara l’idea del progetto, furono le parole dello storico, ma ormai ex Responsabile dell’Area Giovanile atalantina Mino Favini alla Gazzetta: “il nostro successo non è vincere tornei giovanili, ma portare un ragazzo in prima squadra”. Per un’era Favini che termina, la nuova targata Maurizio Costanzi prosegue dal luglio 2014, affiancata dalla presenza di Stefano Bonaccorso come Coordinatore delle Attività di Base. Due anni di bilancio festeggiati quest’anno con due scudetti e una Supercoppa arrivati dalle squadre dell’Under 17 e l’Under 15. Costanzi ha promosso un discreto ampliamento dei confini di ricerca giovanile (soprattutto in area africana), modificando un’impostazione societaria attuata dal 1991 orientata verso i ragazzi del territorio, la loro crescita e il loro arrivo tra i professionisti, fatta eccezione per il “pescaggio” tra le fila di qualche società satellite, come il Margine Coperta, società di stampo toscano che ha formato i vari Pazzini e Bonaventura. Le conferme dell'”influenza atalantina” a livello territoriale arriva dalle parole di Davide Osio, bergamasco, giovane allenatore classe ’85 con una grande passione e dedizione al lavoro. Ha un’idea chiara del suo ruolo“Il calciatore è una statua rinchiusa nel grezzo di marmo. Sta all’allenatore, in veste di scultore, scolpire la parte in eccesso per formare l’opera d’arte che c’è in ogni bambino”. Osio allena attualmente i pulcini del 2005 della società dilettantistica USD Oriens (di casa a Brembate e fondata nel 1927) nel Campionato FIGC, ed è stato finalista nel torneo Valentino Mazzola (si, il campione del grande torino) sconfitto soltanto ai rigori. “Con l’Atalanta c’è un gentlemen agreement. Loro si allenano fino agli esordienti sul nostro campo e alle volte ospitiamo tornei domenicali.” L’Atalanta, dal canto suo, organizza e realizza corsi (tenuti da allenatori, psicologhi o addirittura dal già citato coordinatore responsabile delle attività di base del settore giovanile atalantino Stefano Bonaccorso) per gli allenatori, facilitando l’unione di intenti nel lavoro, il che favorisce uno sviluppo chiaro secondo un progetto unitario. Poi ogni allenatore ci mette del suo. Osio ad esempio, Ama approfondire il lato tecnico del calcio che, ci spiega: “è anche processo di crescita psicologica: capire come stoppar il pallone, in quale direzione e contemporaneamente saperlo fare. Capire quale sia la giusta decisione da prendere e anticipare mentalmente la giocata”. Insegnamenti in linea col modello Atalanta, che semina sul territorio e raccoglie risultati. Come l’iniziativa “neonati atalantini” con cui dal 13 luglio 2010, il presidente Percassi ha il piacere di regalare a tutti i neonati che nascono negli ospedali di Bergamo e della provincia la maglietta nerazzurra dell’Atalanta perchè, a detta sua: “Se sei bergamasco non puoi non amare l’Atalanta, la squadra della tua città” o il progetto estivo “Atalanta Camp”, al cui centro vi è l’insegnamento attraverso il divertimento dei ragazzi. Perchè alla fine il segreto, come ci conferma Davide, è dare tutto e rispettare gli avversari. Ma soprattutto pensare a divertirsi“.  Il calcio italiano deve ripartire da qui.

Fonte: SuperNews

domenica 10 luglio 2016

Grande successo per il torneo notturno

Si è conclusa questa mattina la maratona calcistica del secondo torneo notturno di calcio a cinque organizzato dall’Oriens.

Dalle ore 21 di sabato 9-7-16 otto squadre di audaci ed indistruttibili giocatori si sono scontrate in una serie interminabili di sfide.

La prima fase si è disputata con la formula classica del girone all’italiana. Tutti contro tutti in gare da venti minuti ciascuna. Le ultime due squadre classificate (Maioteam e Chicchi) lasciavano la competizione mentre le prime due (Sempre Diversi e Meccanica MG FDM) accedevano direttamente alle semifinali.

Gli ultimi due posti disponibili sono stati assegnati con i quarti di finale ed hanno visto emergere i Lino Banfield (contro i River Pizza Chef) egli Olimpia Morane (contro i Brusadei).

Semifinali in cui i Lino Banfield eliminavano i Meccanica e l’Olimpia superava i fino ad allora imbattibili Sempre Diversi (che si aggiudicavano poi la finalina di consolazione per il terzo posto).

Finalissima nella quale i Lino Banfield avevano la meglio sull’Olimpia Morane per 5-3 e si aggiudicavano l’ambito trofeo.

Un grazie a tutti i partecipanti, al numeroso pubblico presente ed agli instancabili organizzatori dell’evento: dal presidente Romagnani, ai componenti del consiglio direttivo, ai volontari e appuntamento alla prossima edizione. 


I vincitori: Lino Banfield




  Le finaliste, vincitori e vinti ma ... insieme



Sempre Vincenti e Meccanica MG per il 3° posto




I secondi classificati: Olimpia Morane

mercoledì 6 luglio 2016

Il Consiglio direttivo...tra conferme e new entry


Come saprete, il consiglio direttivo dell'Oriens è stato rinnovato da poco.
Ecco a voi di seguito come sono state ripartite le varie cariche: 



Presidente onorario: Don Fabio Calvi
Presidente: Giorgio Romagnani
Vice presidente: Chiara Tasca 
Direttore generale: Salvatore Briguglio 
Direttore sportivo: Stefano Albani
Responsabile attività di base: Giuseppe Doneda
Segretario/contatti Figc: Claudio Panseri
Responsabile comunicazione: Franco Paganelli
Responsabili marketing: Luca Paganelli e Giuseppe Borrelli
Responsabili magazzino e vestiario: Luigi Besana e Stefano Giandico
Responsabili infrastrutture: Stefano Arnoldi e Giuseppe Eustacchio
Responsabile contatti esterni: Luca Doneda


A tutti quanti, buon lavoro e forza Oriens!

lunedì 4 luglio 2016

Grazie


L'Unione Sportiva Dilettantistica ORIENS ringrazia tutti per  aver partecipato alle riunioni di categoria. Auguriamo una serena estate agli atleti e alle famiglie.
Vi aspettiamo in perfetta forma a settembre per affrontare le nuova stagione insieme! 

RICORDIAMO CHE E' POSSIBILE CONSEGNARE LE PREISCRIZIONI TUTTI I VENERDI' DALLE 20.30 ALLE 22.00 C/O IL CAMPO

U.S.D. ORIENS BREMBATE